FUCILATELI

 

Dopo il successo di Cieli Rossi, Bassano in Guerra, Manuel Zarpellon  e  Giorgia Lorenzato tornano a gettare luce sui drammi epocali della Grande Guerra firmando Fucilateli - Commissione d’Inchiesta su Caporetto 1918 - 19: un documentario, che, ancora una volta, si avvale del supporto del Comitato Scientifico dell’Università degli Studi di Padova e vede il coinvolgimento e il patrocinio del Ministero della Difesa.

 

Fucilateli, va a rileggere, con un approccio quanto più possibile oggettivo, i lavori della Commissione d’ Inchiesta promossa dall’allora Presidente del Consiglio Orlando e la Relazione sulle fucilazioni sommarie redatta dall’Avvocato Generale Tommasi. La Relazione della Commissione fu un lavoro di indagine che, animato sicuramente dall’esigenza di trovare una spiegazione e forse anche un capro espiatorio di una vera e propria catastrofe militare, politica e umana, ha scoperchiato il dramma delle fucilazioni sommarie. Oltre a raccontare i casi più eclatanti (come quello delle Brigate Catanzaro, Sassari, Ravenna e Aqui), ricostruisce anche vicende che hanno portato il Generale Andrea Graziani ad essere ricordato per sempre come il “Generale Fucilatore”. Non solo, Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato hanno anche voluto ricordare il dramma vissuto dalla popolazione travolta dall’onda di Caporetto, migliaia di persone obbligate al profugato, o costrette a rimanere sotto assedio per un anno intero, non è un caso se ancora oggi nei territori occupati viene ricordato come l’anno della fame.

Ne esce un dipinto che porterà alla luce la documentazione, spesso inaccessibile ai più, su fatti giuridici e militari relegati ad un passato lontano e ad oggi ancora sconosciuti al pubblico, mitizzati e  spesso strumentalizzati.

L’esigenza di approfondire questo argomento, nasce durante lo studio di Cieli Rossi. Gli autori si sono da subito accorti dell’importanza del tema, tanto da volergli dedicare un intero documentario per dare ampio spazio ad una questione ancora oggi poco trattata nel cinema italiano.

Oltre alle immagini di repertorio e alla narrazione di Stefano Amadio, il documentario vede gli interventi del Professor Mondini (Università di Padova), del Dott. Pluviano, della Dott.ssa Guerrini, esperti di storia militare. L’Ufficio Comunicazioni del Ministero della Difesa, ritenendo il progetto di estrema rilevanza ha affidato al Maggiore Fanelli l’analisi psicologia e al Procuratore Militare della Repubblica Dott. Marco De Paolis l’approfondimento giuridico.

 

 

Ricordiamo che il progetto ad oggi gode del supporto di: 

Ministero della Difesa, Comitato Storico Scientifico per gli Anniversari di Interesse Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Comitato d'Ateneo per il Centenario della Grande Guerra dell'Università degli Studi di Padova, Regione del Veneto, Consorzio B.I.M. Piave Treviso, Unione Montana del Grappa e Comune di Calenzano.